domenica 20 marzo 2011

Due ricette al prezzo di un post: fagottini di verza e sfogliatine veloci alla Nutella

Complici il weekend lungo per il 150° compleanno d'Italia e la mia poca propensione alla socialità di questi ultimi giorni, ho avuto molto (moltissimo) tempo per inventarmi qualcosa così da tener occupate le mani, ma anche la mente. Santa Cucina, ça va sans dire, mi è venuta in soccorso e quindi ecco un paio di ricettine fresche fresche.

Fagottini di verza e riso venere
120 gr. di riso Venere (sciacquato 2-3 volte in acqua fredda), 120 gr. di gamberetti appena scottati, 1 zucchina, 1 verza piccola, 1/2 cipolla rossa, 500 ml. di brodo vegetale, 1 noce di burro, 1 cucchiaio di curry, sale 

Lessare la verza in abbondante acqua salata e, man mano che si staccano le foglie, scolarle e adagiarle delicatamente in un piatto. Nel frattempo, preparare il ripieno di riso: far appassire la cipolla con il burro in una padella capiente, aggiungere il riso e il curry. Far tostare il riso e, subito dopo, iniziare a portare a cottura con il brodo caldo e a fiamma bassa. Dopo una decina di minuti, aggiungere i gamberetti e la zucchina tagliata a tocchetti. Continuare la cottura finché il riso non si ammorbidisce (sono da considerare almeno altri 30 minuti) e, a quel punto, aggiungere 2-3 foglie di verza precedentemente lessata e tagliata a striscioline. Aggiustare di sale, spegnere il fuoco e coprire per qualche minuto. A questo punto, prendere una foglia di verza ben stesa nel palmo di una mano, riempirla con un cucchiaio di riso, chiuderla a fagottino e impiattare con un filo d'olio a crudo.

NB: Nel piatto della foto che ho postato, c'è anche il riso da solo per mostrare il ripieno! Di solito il riso Venere si fa bollire a parte e si aggiunge alla fine, io invece ho voluto provare a prepararlo "stile risotto" e devo dire che il risultato è stato molto buono. Ma è fondamentale che sia impiegato come ripieno perché l'aspetto non è dei migliori (sarà colpa del suo colore nero?!?)


Rubia consiglia: un vino bianco di medio corpo come un Sauvignon Blanc


Sfogliatine sprint alla Nutella
1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare, Nutella, nocciole tostate e tritate grossolanamente, miele d'acacia, mandorle pelate e tritate grossolanamente

Stendere la pasta foglia e spalmarne metà con la Nutella e metà con il miele. Distribuire le nocciole sulla metà di Nutella e le mandorle su quella con il miele, dopodiché arrotolare la pasta sfoglia sia da destra che da sinistra, fino a quando i due rotolini non si trovano "faccia a faccia". A quel punto affettare trasversalmente, disporre i dolcetti su una placca da forno e cospargerli di zucchero. Cuocere in forno già caldo a 220° per un quarto d'ora circa.

Questi dolcetti sono facilissimi e velocissimi, ideali per accompagnare un caffè post prandiale o un the improvvisato della domenica pomeriggio. L'importante è avere sempre un rotolo di pasta sfoglia pronta in frigo (potrei dire che tzé-la-pasta-sfoglia-la-faccio-da-me ma non è vero: preparo io la frolla, la brisée e la pasta bigné ma la sfoglia... quella pronta è troppo comoda!).


1 commento:

decapoa ha detto...

ho provato i Fagottini, straordinari e neanche complicati da fare. buono anche il ripieno come alternativa al risotto. bella scoperta il riso Venere. ricercando la perfezione aggiungerei gamberi e zucchine un po' piu' tardi per non cuocerli 30+ minuti e la verza non la avrei cotta cosi' presto per averla poi tiepida nel fagottino