martedì 12 febbraio 2013

Una mela al giorno...

Da un anno a questa parte, casa mia è sempre piena di mele. Fuji, perlopiù. Perché sono le predilette di Girogiò, che è un tipo a modino e segue alla lettera quella raccomandazione popolare che vuole il medico fuori dalle scatole con un frutto al giorno. Ogni tanto, perciò, gliene "rubo" qualcuna per preparare un dolce, nonostante la torta di mele non sia tra i miei preferiti.

Domenica scorsa avevo in ballo un sunday lunch con la family (che non è quella d'origine ma per il bene che ci vogliamo è come se lo fosse) ed io ero stata incaricata di pensare al dessert: in ballottaggio c'erano la panna cotta after eight (cioè alla menta e servita con una ganache calda al cioccolato) e la crostata rovesciata con *mele* e noci. Come faccio sempre, ho chiesto consiglio in giro ma poi ho fatto di testa mia: la crostata aveva preso decisamente più voti, ma alla fine ho preparato la panna cotta. Che, per inciso, è stata spazzolata.

Ma visto che a qualche fan di Tavola è rimasta l'acquolina in bocca (Blue ce l'ho con te!!) per quella torta di mele solo accennata, domenica sera ho pensato bene di prepararla lo stesso. Ed ecco la ricetta, per gentile concessione di zia Nannetta.

Torta rovesciata con mele e noci
Per la frolla:
  • 250 gr. di farina
  • 1 uovo
  • 100 gr. di burro
  • 70 gr. di zucchero
Per il ripieno:
  • 2 mele tagliate a tocchetti
  • 1 cucchiaio di farina
  • succo di 1/2 limone
  • 1 cucchiaio di rhum
  • cannella in polvere
Per la copertura croccante:
  • zucchero di canna
  • gherigli di noce
  • zucchero a velo
Mettere a macerare le mele (tagliate a cubetti piccolini, non così grezzi come ho fatto io per la fretta!) in una ciotola con limone, farina, rhum e abbondante cannella. Intanto, preparare la frolla impastando tutti gli ingredienti (mi raccomando, senza lavorare troppo la pasta), formare una palla, avvolgerla nella pellicola e lasciarla riposare in frigo per un quarto d'ora. Imburrare una teglia e cospargere il fondo con un mix di zucchero di canna e noci finemente tritate, coprire con uno strato di pasta frolla (potete aiutarvi arrotolando il disco di pasta sul matterello per poi srotolarlo direttamente sulla teglia), versare il ripieno di mele quindi coprire con un altro disco di pasta. Sigillare bene i bordi, fare delle piccole incisioni con un coltello sulla superficie e infornare a 190° per 40 minuti. Una volta cotta, sformare immediatamente la torta, prestando attenzione a non romperla, rovesciarla su una gratella per dolci e farla raffreddare completamente. Quindi spolverizzare con zucchero a velo.




3 commenti:

Anonimo ha detto...

Blue ringrazia sentitamente...già ho fame!
Proverò a farla nel we...speriamo bene ;)

Laurella ha detto...

vedrai che sarà una passeggiata! poi fammi sapere!! baci

Pilotìno ha detto...

Divorata. Il miglior pasto notturno after gig! Senza di lei i bei ricordi dei concerti sarebbero stati meno dolci...