sabato 29 giugno 2013

Un arrosto "user friendly"

Qualche tempo fa sono stata contattata da Bauer, un marchio alimentare che già conoscevo ma di cui non avevo mai avuto l'occasione di provare nulla. Mi è stato chiesto di partecipare a un progetto di collaborazione che l'azienda stava mettendo in pista con alcune food blogger. Già solo per via del nome, "In cucina con personalità", mi sono sentita onorata che Tavola sia stata selezionato per entrare nella rosa dei 10 blog di cucina previsti. E quindi ho accettato: avrei dovuto realizzare un piatto utilizzando uno dei prodotti Bauer e associandolo a una personalità.

Ebbene, dopo un rapido brain storming tra me e le mie personalità multiple, non ho avuto dubbi: avrei preparato un arrosto. E l'idea *arrosto* ha chiamato subito a sé il concetto *friendly*. Sì perché, almeno per me, l'arrosto è una di quelle cose che faccio solo quando ho amici a cena: è un secondo "democratico", perché nelle sue varie versioni piace a tutti e perché si presta a essere consumato in compagnia, magari accompagnato da una bella bottiglia di rosso; e poi è un secondo che mi risolve la vita quando ho troppa gente a tavola per preparare qualcosa che sia caldo-il-giusto e tanto-il-giusto per ciascuno dei commensali. Ma l'arrosto, questo in particolare che sto per presentarvi, per me è friendly anche in un altro senso: è user friendly, anzi "kitchen friendly". Che, tradotto, significa che è FA-CI-LIS-SI-MO da preparare. Si tratta di una ricetta semplice, rapida e dal risultato assicurato. Enjoy!

Arrosto all'arancia user friendly con verdurine spruzzate al balsamico
  • 1 lonza di maiale intera, possibilmente non troppo pulita dal grasso
  • 3 arance
  • 250 ml circa di vino bianco
  • 4-5 cucchiai di Arostina con erbe e spezie Bauer
  • 2-3 cucchiai di farina bianca
  • 1 manciata di semi di senape
  • olio

    PER LE VERDURINE
  • 3 carote
  • 2 zucchine
  • 1 porro
  • 1 mazzetto di rucola
  • 1 piccolo cespo di radicchio
  • 1 cucchiaio di Fondo bruno Bauer
  • 1 noce di burro
  • olio extravergine d'oliva, sale, aceto balsamico
Spremere le tre arance e miscelare il succo (saranno circa 250-280 ml) al vino bianco in eguale quantità. Pestare un po' di semi di senape e metterli da parte, insieme a un cucchiaino di semi interi. 

Infarinare la lonza e maneggiarla per qualche minuto con gli aromi di Arostina erbe e spezie Bauer. Intanto, in una casseruola dal fondo spesso, mettere a scaldare abbondante olio a fiamma viva. 

Rosolarvi per bene la carne, finché non forma una crosticina dorata e uniforme. Abbassare la fiamma, versare la miscela di succo d'arancia e vino, unire la senape tritata e i semi interi, mescolare e chiudere con un coperchio. Lasciar cuocere la carne per 2 ore circa, girandola di tanto in tanto. Quando sarà pronto, aspettare che l'arrosto si intiepidisca prima di affettarlo.


Preparare il Fondo bruno Bauer come suggerito sulla confezione: sciogliere il contenuto della busta in un 1 l di acqua fredda, quindi mettere sul fuoco e portare a bollore. Sobbollire il fondo bruno per 5 minuti circa, mescolando di continuo.


Tagliare a bastoncino le zucchine, le carote e il porro lavati e mondati. Affettare a listarelle anche il radicchi, unirlo alla rucola e mettere da parte. In una padella ampia, far sciogliere a fiamma dolce una noce di burro con due cucchiai di Fondo bruno Bauer. Trasferire in padella zucchine, carote e porro, alzare la fiamma e far saltare le verdure per 12 minuti circa, girandole spesso e aggiungendo un po' di olio se necessario per non farle bruciare. Passato questo tempo, aggiungere anche la rucola e il radicchio e saltare ancora tutto insieme per un altro paio di minuti.


 Spegnere il fuoco, condire con olio a crudo, un pizzico di sale e un'abbondante spruzzata di aceto balsamico e servire insieme all'arrosto di maiale, accompagnato dalla salsina di cottura.



Rubia consiglia: Questo piatto trova perfetta corrispondenza con un rosso di medio corpo, che esalta la carne di maiale ma sostiene l’aceto balsamico che condisce le verdure. Provate un Nebbiolo.

1 commento:

sississima ha detto...

devo dire che hai realizzato un arrosto appetitoso e invitante, un abbraccio SILVIA