giovedì 5 dicembre 2013

Viva il pollo, in tutte le salse!

Tra le cose che una food blogger NON dovrebbe mai fare c'è quella di postare una ricetta senza accompagnarla con la foto del relativo piatto. Ora, già come avrete notato io tendo a sorvolare sui passaggi intermedi della preparazione e a pubblicare solo il risultato finale (non lo faccio per cattiveria o perché voglio mantenere il riserbo su quel che accade tra l'avvio di una ricetta e la messa in tavola del piatto, ma perché fondamentalmente mentre cucino mi perdo via e quindi non riesco mai a fotografare i momenti salienti), se comincio pure a scrivere post senza neppure una prova fotografica di ciò che millanto su Tavola è l'inizio della fine. "Sottovaluti l'immaginazione dei tuoi follower", mi ha rimproverato un'amica - "Vogliamo lo stesso la ricetta", le ha fatto eco un'altra amica.

E va bene ragazze, mi avete convinto. A furor di popolo (due) ho deciso di giocarmi la carta del post-senza-foto un'altra volta. La prima è stata questa e non è andata bene: da quando ho aperto Tavola, trovo sia il post più divertente e la ricetta più figa che abbia mai pubblicato. Eppure, pochissimi like, nessun commento, insomma, è scivolato nel dimenticatoio ben presto. 

Ma mi becco il rischio di perdere per strada quelle venti persone affezionate al blog e procedo col raccontarvi del pollo che ho preparato un paio di sere fa per cena. Ricetta improvvisata, per non dire inventata, perché non avevo alcuna voglia di mangiare un semplice petto di pollo arrosto. Esperimento riuscitissimo, tanto da non essere riuscita a scattare appunto nemmeno una foto prima che sparisse dal piatto. Unico neo: avendo fatto tutto a occhio, le dosi sono solo indicative. La speranza è quella di replicare il successo anche la prossima volta... 

Petto di pollo alla soia con patatine
  • 1 petto di pollo disossato e sfilettato in 5-6 fettine sottili
  • 2 dita di salsa di soia
  • 1 cucchiaio di succo di limone
  • 2-3 cucchiai d'olio d'oliva
  • zenzero
  • pepe bianco
  • sale
  • 4 patate medie
  • olio
  • mix aromi per arrosti
In una terrina, versare la salsa di soia e miscelarla con il succo di limone, lo zenzero grattugiato, il sale e il pepe bianco; unire a filo l'olio emulsionando con una forchetta o un frustino e sbattere finché la salsa non raggiunge una consistenza densa. Impregnare bene le fettine di petto di pollo, quindi lasciare la carne immersa nella marinatura e coperta con la pellicola per una mezz'oretta in frigo.

Intanto, pelare le patate e tagliarle a cubetti piccoli. Metterle in una ciotola, mescolarle con le mani agli aromi quindi aggiungere abbondante olio. Trasferirle in una pirofila e infornarle a 200° per trenta minuti, mescolando di tanto in tanto. Per renderle croccanti, passarle al grill per altri 6-7 minuti.

Cuocere i filetti di pollo (senza averli scolati dalla marinata) in un'ampia padella antiaderente e ben calda per 3-4 minuti per lato. Servire subito, accompagnati dalle patatine al forno.

Nessun commento: