giovedì 16 ottobre 2014

Dedicato a chi non è a dieta: sticks di patate dolci

Se c'è una cosa cui non so proprio resistere sono le patate fritte. Oddio, forse c'è più di qualcosa di cui vado ghiottissima, ma in questo periodo ho una sviluppato una vera e propria dipendenza da patatine. Sarà un bisogno latente di junk food, non lo so... Fatto sta che, se sono al ristorante e le vedo come contorno nel menu del giorno, 9 volte su 10 cado in tentazione.

La mia fortuna è che in casa mia il ricambio d'aria è piuttosto complicato e - udite! udite! - tra le innumerevoli caccavelle ed elettrodomestici che possiedo non figura la friggitrice. Quindi, per forza di cose, quasi sempre le patate mi tocca farle al forno. 

Qualche sera fa, però, ho voluto fare una variazione sul tema visto che dal mio amico ciàina, quello che ha il market sotto casa mia, ho trovato le patate americane. Complici la novità del sapore esotico e le spezie stuzzicanti che ho usato, devo dire che il risultato finale è stato davvero soddisfacente. Ma quando si parla di croccanti patate al forno il segreto vero è e sarà sempre uno: olio buono e in quantità!

Rassegnatevi, questa non è una ricetta per chi è a dieta.

Sticks di patate dolci
  • 1 patata dolce americana
  • abbondante olio
  • 1 scalogno
  • 1 cucchiaino di paprika
  • 1 cucchiaino di curry
  • 1 cucchiaino di semi di finocchio
Mondare la patata in tutte le sue parti, quindi ridurla a bastoncini con un coltello affilato; sbucciare e affettare sottilmente lo scalogno. Raccogliere tutto in una zuppiera e irrorare d'olio quindi unire le altre spezie. Mescolare bene con le mani e disporre le patatine su una teglia foderata di carta forno, cercando di non ammassarle ma tenendole piuttosto distanziate. Infornare a 200° per una ventina di minuti.


Nessun commento: