mercoledì 22 ottobre 2014

Sapori d'oriente: tofu alla soia con riso al limone

Da qualche tempo a questa parte ho scoperto il tofu. Il merito credo sia del market etnico in cui di solito lo prendo, visto che lì lo trovo fresco, al naturale e a un prezzo davvero irrisorio. A differenza di quelli che si trovano al supermercato, l'aspetto del "mio" è molto più invitante: confezionato a tranci, ricorda la mozzarella e anche la conservazione è più o meno la stessa: va lasciato nella sua "acqua", che va cambiata ogni 24 ore, in frigo per massimo 3-4 giorni. Certo, il sapore è quello che è (cioè… quasi nullo), però se cucinato con un certo criterio un suo senso ce l'ha, eccome.

Perché quando arriva l'ora di cena e non hai voglia di mangiare né pasta, né carne, né pesce, preparare un piatto con il tofu diventa, almeno per me, l'unica alternativa possibile. Del resto, l'altra sarebbe cenare con latte e cereali… prospettiva allettante per la sottoscritta, ma meno per il povero Girogiò. Dopo qualche tentativo per ottenere un piatto ricco e gustoso: una ricettina semplice semplice ma che, ne sono certa, vi stupirà!


Tofu alla soia con riso venere al limone


  • 2 panetti di tofu fresco (circa 250 g)
  • 1 pezzetto di zenzero fresco
  • il succo di 1/2 limone + scorza di 1 limone
  • 4 cucchiai di olio extravergine d'oliva
  • 1 bicchiere di salsa di soia (possibilmente quella non salata)
  • sale
  • 1 cucchiaio di semi di finocchio
  • 1 bicchiere di riso venere
  • verdurine miste saltate nel wok (la ricetta qui)
Emulsionare la salsa di soia con 3 cucchiai d'olio, il succo di limone e un pizzico di sale; unire anche i semi di finocchio e lo zenzero mondato e tagliato a fettine sottili. Tagliare i panetti di tofu in "fette" da circa 1 cm l'una, sciacquarle e tamponarle bene con carta assorbente, quindi adagiarle in una zuppiera abbastanza capiente e irrorarle con la marinata. Lasciare riposare in frigo a macerare per almeno una mezz'ora.

Intanto, mettere abbondante acqua sul fuoco e portarla a bollore, quindi lessarvi il riso venere. Una volto cotto, scolarlo, condirlo con 1 cucchiaio di olio e la scorza grattugiata del limone. Coprire e mettere da parte.

Scaldare una bistecchiera su fiamma viva, quindi rosolarvi le fette di tofu per 6-7 minuti, girandole con delicatezza a metà cottura. Servite caldo, accompagnando col riso al limone e le verdurine saltate che ho usato anche in questa ricetta.



1 commento:

Anna Areni ha detto...

ottima idea...ciao sono nuova di questo mondo mi farebbe piacere seguirti spero lo faccia cnhe tu