lunedì 18 agosto 2014

Un gulasch alternativo

Dopo un anno intenso sotto ogni punto di vista, anche io finalmente sono andata in vacanza. Due meravigliose settimane in giro per il Peloponneso, insieme al mio Girogiò, tornato per l'occasione nei panni di GinoPilotino, come lo avevo ribattezzato due anni fa. Il nostro è stato un viaggio straordinario, dai mille profumi e sapori che non mancherò di descrivere dettagliatamente, come al mio solito, in un post apposito. Già, perché in questa sede non racconterò le prelibatezze che ho avuto modo di assaggiare laggiù.

Bensì il piatto che ho "improvvisato" al rientro delle due settimane di cui sopra vissute al grido di *SFIGATOCHINONMANGIACARNE*. In Grecia, infatti, hanno una certa predilezione per la carne: pollo, maiale e agnello te li tirano letteralmente dietro, persino nei paesini di mare dove di pescatori manco l'ombra e i pastori spuntano da ogni angolo.

Insomma. Arrivati a casa dopo quindici giorni di assenza, in una Milano che assomigliava al set di Io sono leggenda, io e Girogiò ci siamo trovati di fronte a un frigo vuoto col problema di che cosa cenare e una certa avversione nei confronti della carne. Nonostante la Milano disabitata di cui sopra, tuttavia, il popolo cinese resta una certezza. Come vuole lo stereotipo quelli lavorano sempre, non chiudono mai. E quindi il piccolo market cinese sotto casa ha rappresentato la nostra salvezza, fornendomi a solo 1 euro 250 g di tofu fresco. Quando, poi, ho aperto la dispensa e mi sono ricordata di non aver ancora utilizzato uno dei prodotti Bauer che mi erano stati regalati in prova, il resto è venuto da sé. Così ha preso vita la seconda e ultima mia ricetta del progetto "Bauer: più gusto in ogni occasione". Quella giusta per sperimentare il mio personalissimo gulasch non potrebbe che essere, naturalmente, una cena vegetariana… Enjoy!

Gulasch di tofu con funghi trifolati
  • 200 g di tofu fresco
  • 1/2 busta di preparato per Gulasch Bauer
  • 2 cucchiai di olio + altri 3
  • 1 noce di burro
  • 1 scalogno
  • 250 ml di acqua
  • 300 g di funghi prataioli
  • 1 spicchio di aglio
  • prezzemolo
  • peperoncino
  • sale
Scolare il tofu dalla sua acqua di conservazione, quindi asciugarlo per bene con carta assorbente. Tagliarlo a pezzettoni e metterlo da parte. Affettare sottilmente lo scalogno e farlo appassire in un tegame con olio e burro. Intanto, stemperare metà del preparato per Gulasch Bauer in 250 ml di acqua fredda. Rosolare i bocconi di tofu nel tegame con olio, burro e scalogno, quindi unire il composto per Gulasch. Abbassare la fiamma e far bollire, girando non tanto spesso e con delicatezza, fino a quando la salsa non assume la consistenza desiderata (io ho fatto andare il tutto per 15 minuti scarsi).



Servire il gulasch di tofu con una porzione di funghi trifolati. Io li preparo così: imbiondire uno spicchio d'aglio in 3 cucchiai d'olio e una spruzzata di peperoncino; affettare i funghi, mondati e sciacquati, quindi versarli nel tegame. Far rosolare brevemente, quindi aggiungere 1-2 dita di acqua calda. Abbassare la fiamma, incoperchiare e lasciar cuocere mescolando di tanto per 20 minuti circa. Solo verso la fine della cottura, aggiungere il prezzemolo tritato e il sale. Eliminare lo spicchio d'aglio e servire.